You are here
Home > Passeggini: fino a che età sono consigliati, i migliori

Il passeggino è un mezzo di trasporto molto comodo, a volte troppo, a cui i genitori ricorrono quando i bambini fanno i capricci, per “non sentirli”. Ma fino a che età è giusto permettere al bambino di usare un passeggino e quando, invece, bisogna assolutamente vietarlo?

Gli esperti dicono che il momento ideale per iniziare ad usare un passeggino è 4 mesi di età, mentre non bisognerebbe mai permettere ad un bambino di oltre 3 anni di salirvi, se non in casi eccezionali. Alcuni genitori permettono ai bambini fino a 5 o 6 anni di essere trasportati con il passeggino, cosa assolutamente sbagliata perché si rischia di far perdere, al bambino, l’istinto di correre e di giocare. Alla fine, in questi casi, più che essere utile al bambino, il passeggino lo è al genitore, mentre al bimbo è solo ed esclusivamente dannoso.

Ovviamente, nell’acquisto passeggini, bisogna tenere presente che ci sono soluzioni diverse a seconda delle età del bambino. Ad esempio, per i piccoli fino a 6 mesi, il passeggino si può usare ma solo se lo schienale è completamente reclinabile. Fino a quell’età, infatti, un bambino non riesce, da solo, a stare dritto con la schiena, quindi si rischia di fargli dei seri danni. Da quell’età in poi si può passare ad un passeggino con sedile anche non completamente reclinabile (anche se il passeggino potrebbe essere sempre usato per un pisolino, bisogna considerare anche questa opzione).

Bisogna infine considerare che i migliori passeggini sono quelli che rientrano in un determinato gruppo, a seconda del peso del bambino. Il gruppo “0+” va da 0 a 15 chili, poi c’è il gruppo “1” che va da 9 a 18 chili.

 

Top