You are here
Home > Rinite allergica: come combatterla

renite-allergicaNe soffrono milioni di persone in tutto il mondo, la rinite allergica è un’infiammazione delle mucose nasali che viene scatenata dalla presenza di un allergene a cui il sistema immunitario del corpo reagisce in maniera impropria ed esagerata.

La presenza dell’allergia porta il corpo a reagire a sostanze che sono altrimenti innocue, considerandole in maniera errata dannose e rilasciando anticorpo IgE (noti anche come specifici). Tali anticorpi si legano ai mastociti, cellule del sistema immunitario, e rilasciano istamina, una sostanza che porta alla secrezione del muco acquoso, provoca il prurito, porta a starnutire e richiama il sangue nella parte interessata, provocando un edema.

I sintomi più comuni di chi soffre di rinite allergica sono il naso chiuso, la lacrimazione degli occhi, mal di testa e arrossamento degli occhi.

Combattere la rinite allergica non è possibile, nel senso che non c’è una cura definitiva a questa problematica, bensì solo dei palliativi che possono alleviare temporaneamente il senso di disagio. Solitamente si assumono degli antistamici per via orale, i quali riducono il prurito al naso, il senso di pesantezza e gli starnuti.

L’unico modo per cercare di cambiare la storia della malattia (ma che non riesce in tutti i casi) è quello di procedere con dell’immunoterapia, praticamente la somministrazione al paziente dell’allergene in piccole dosi, in maniera tale da dare al corpo modo di abituarsi. E’ possibile procedere sia per via orale che tramite iniezioni e la cura deve essere continuata in maniera costante per almeno 5 anni.

La miglior soluzione per cercare di far fronte alla rinite allergica è quella di “estirparla” a monte: vivere in un ambiente pulito, stando lontano dalle cause che potrebbero scatenarla (ad esempio, se è causata dalla polvere bisognerebbe far sì che il proprio materasso e il cuscino siano sempre ben sbattuti), se dipende dall’aria, bisognerebbe arieggiare la stanza, se invece la causa sono dei pollini occorre necessariamente stargli lontano.

Altri consigli per ridurre i rischi sono quelli di fare regolare attività fisica, evitare lo stress, non fumare, dormire bene ed evitare cibi ch possono favorire l’insorgenza della problematica.

Fitoterapia e aromaterapia possono essere due eccellenti soluzioni per alleviare temporaneamente i sintomi cattivi e rilassarsi.

Top