You are here
Home > Sport e fitness > Mondiali 2014: una guida

I Mondiali 2014 sono il più grande evento calcistico di quest’anno: dal 12 giugno al 13 luglio le più forti squadre del pianeta si sfidano per cercare di mettere la mani sull’ambito trofeo. Il Brasile, squadra padrona di casa e detentrice di 5 titoli mondiali, cerca la ovvia vittoria finale di fronte al pubblico di casa sua (cercando così di cancellare per sempre la delusione, ancora cocente, per la sconfitta nella finale di Brasile ’50, persa 2-1 contro l’Uruguay al Maracanà, per il paese fu un vero dramma e addirittura lutto nazionale). D’altra parte anche la Spagna, che negli ultimi anni ha vinto praticamente tutto, cercherà di fare bella figura.

Oltre ai brasiliani ovvi favoriti e agli spagnoli un passo dietro, le altre nazionali che potrebbero giocarsi il titolo sono la Germania e l’Argentina di Messi, che cerca la consacrazione a livello di nazionale dopo aver vinto tutto (sia team che personalmente) con il Barcellona.

E l’Italia? La nostra nazionale non parte con i favori del pronostico (il che non è necessariamente un male se consideriamo che neanche in Germania nel 2006 eravamo i favoriti) e c’è chi è pronto a scommettere che gli uomini di Prandelli non andranno oltre gli ottavi di finale.

Partecipare (anche se indirettamente) in prima persona al Mondiale è possibile: scommetti sui pronostici mondiali 2014 e vinci il maggior numero possibile di partite (dopo aver dato un’occhiata alle indicazioni di siti gratuiti come IlPortaledelleScommesse o ScommesseCommentiRecensioni, ovviamente). Potrai giocare sulle partite singole, su chi passa il turno e su chi sarà la squadra che alzerà il trofeo al cielo la notte del 13 luglio. Il Mondiale è un’avventura unica, vivila fino in fondo e intensamente.

Il campionato del mondo 2014 si terrà in Brasile dal 12 giugno al 13 luglio. In totale la manifestazione si giocherà in 12 diverse città e vedrà la partecipazione, come di consueto, di 32 compagini.

Quella del 2014 sarà la 20ª edizione dei mondiali di calcio per squadre nazionali maschili.

Per il Brasile, si tratta della seconda volta che ospita la massima manifestazione calcistica, dopo quella del 1950. In quella edizione, svoltasi dopo 12 anni di pausa a causa della seconda guerra mondiale, vinse l’Uruguay, che batté in finale proprio i padroni di casa. Terzo posto per la Svezia e quarto per la Spagna.

Le città ospitanti in questa edizione sono quelli di Brasilia, Cuiaba, Manaus, Recife, Fortaleza, Natal, Salvador, Curitiba, Porto Alegre, Belo Horizonte, Rio de Janeiro e San Paolo. Nel corso della scelta sono state invece scartate le città di Belém, Florianópolis, Campo Grande, Maceió, Rio Branco e Goiânia, sia per motivi politici che di tipo logistico. Una curiosità è che, anche se il Brasile traversa all’equatore, tutte le sedi dei mondiali 2014 sono nell’emisfero australe, dunque le partite si terranno in inverno.

12 città per 12 stadi: Maracana, Stadio Nazionale di Brasilia, Stadio Beira- Rio, Stadio Mineirao, Stadio Castelao, Stadio Corinthias, Arena da Baixada, Arena das Dunas, Arena Pernambuco, Arena Amazonia, Arena Fonte Nova e Arena Pantanal. Tra questi stadi, Il Nazionale in Brasilia ospiterà la finale per il terzo posto, mentre il mitico Maracana quella per il primo e secondo posto.

Tra i gironi all’italiana, vediamo il gruppo A che ospita Brasile e Messico, il gruppo B con la Spagna e Paesi Bassi, il gruppo E con la Francia, il gruppo F con l’Argentina, il gruppo G con la Germania, il gruppo H con il Belgio. L’Italia si trova invece nel gruppo D, che è considerato il più difficile tra gli otto, dato che gli uomini di Prandelli si troveranno ad affrontare Uruguay, Costa Rica ed Inghilterra.

 

 

Top